Rete Scolastica

Rete Scolastica

Ufficio: Diritto allo Studio, Progetti Educativi e Rete Scolastica
Referente: Francesco Panichi; Laura Cecchi; Teresa Crescente
Responsabile: dott.ssa Rossana Biagioni
Indirizzo: Via Mercadante, 42 50144 Firenze
Tel: Panichi 055 2760443; Cecchi 055 2760443; Crescente 055 2760518
Fax: 0552760448
E-mail: francesco.panichi@cittametropolitana.fi.it;laura.cecchi@cittametropolitana.fi.it; teresa.crescente@cittametropolitana.fi.it

Descrizione

L'ufficio Rete Scolastica si occupa della programmazione e del dimensionamento del sistema scolastico del territorio provinciale di ogni ordine e grado. Raccoglie annualmente le proposte di variazione della Rete Scolastica Provinciale, inviate dalle Conferenze di Zona per l'Istruzione e dagli Istituti superiori. Predispone una delibera di approvazione del Piano della Rete Scolastica da trasmettere alla Regione Toscana per la redazione del Piano Regionale.

Informazioni

Le proposte di variazione della Rete Scolastica Provinciale, inviate dalle Conferenze di Zona per l’istruzione e dagli Istituti superiori, sono relative:
- all'istituzione, aggregazione, fusione, soppressione di istituzioni scolastiche autonome, nonché al prolungamento dell’orario ed alla variazione del numero di classi e/o sezioni, della scuola dell’infanzia e del primo ciclo;
- all’attivazione di nuovi indirizzi e/o articolazioni e di percorsi di istruzione e formazione presso gli Istituti Superiori, nonché alla variazione del numero di classi e/o sezioni nelle scuole del secondo ciclo;
- alla effettuazione di corsi serali e all’istituzione di Centri Territoriali Permanenti per l’istruzione e la formazione in età adulta (C.T.P.) e di Centri Provinciali di Istruzione per Adulti (C.P.I.A).
Svolta l'istruttoria, è convocato il Tavolo Provinciale di Programmazione e Concertazione e, sulla base di quanto definito in tale sede, viene predisposta la delibera di approvazione della programmazione della Rete Scolastica e del suo dimensionamento. La delibera di Consiglio Provinciale con il Piano provinciale è poi trasmessa alla Regione Toscana per la redazione del Piano Regionale.

Normativa di riferimento

- Legge Regionale 26 luglio 2002, n. 32 Testo unico della normativa della Regione Toscana in materia di educazione, istruzione, orientamento, formazione professionale e lavoro
- Regolamento di esecuzione della L.R. 32/2002, N. 47/R
- DCR 17 aprile 2012, n. 32. Piano di Indirizzo Generale Integrato 2012-2015, di cui all’articolo 31 della legge regionale 26 luglio 2002, n. 32
- DGR n. 505/2004 Presa d'atto del Protocollo d'intesa ANCI, UNCEM, URPT per l'attuazione della governance territoriale e la progressiva costruzione di un sistema regionale integrato per il diritto all'apprendimento
- DGP n. 325/2005 Protocollo d’intesa ANCI, UNCEM, URPT per l’attuazione della governance territoriale (Istituzione del Tavolo Provinciale di programmazione e concertazione)

Reclami ricorsi opposizioni

Non sono previste specifiche modalità perché si tratta di azioni e decisioni concertate con gli Enti e le istituzioni interessate.

Ultimo aggiornamento: Lunedì, 14 Marzo 2016

FEEDBACK

 

Aiutaci a migliorare!

La tua opinione è molto importante! Se vuoi puoi lasciare un commento alla scheda che stai consultando per aiutarci a migliorare il contenuto delle informazioni. Clicca sul pulsante "Lascia feedback" sotto questo messaggio. Grazie!

 

Lascia il tuo feedback

I campo con * sono obbligatori.

Valutazione *